A proposito di Manpower

La responsabilità sociale di Manpower

Un’impresa responsabile

La responsabilità sociale di Manpower si basa su tre valori: «le persone»: poniamo l’accento sulle persone; «il sapere»: condividiamo il nostro know-how; e «l’innovazione»: abbiamo il coraggio di imboccare nuove strade.

In quanto attore del mercato del lavoro, il nostro compito consiste nel trovare un impiego ai candidati che ripongono fiducia in noi e nell’aiutarli a integrarsi sul mercato del lavoro. In collaborazione con i suoi partner, Manpower ha sviluppato test e formazioni che, anno dopo anno, permettono a centinaia di candidati di riorientarsi professionalmente e trovare un impiego.

Da sempre ManpowerGroup aderisce a un codice etico. Ciascun collaboratore partecipa ogni anno a una formazione specifica sull’etica e la deontologia applicabili alla propria attività lavorativa quotidiana. Inoltre, sosteniamo fondazioni e progetti importanti, rafforzando così il nostro impegno sociale. Ecco perché ManpowerGroup è riconosciuto come una delle imprese più etiche al mondo.

La responsabilità sociale (RSI) di ManpowerGroup

 

Logo AdvanceManpower è un membro dell'Advance
 

"Siamo profondamente convinti che il successo e la realizzazione sul piano professionale nascano dalle competenze e dalle attitudini di ciascuno di noi.

Le donne e gli uomini devono disporre di pari opportunità sul mercato del lavoro. Quando il mercato ha bisogno di talenti, le imprese devono adattarsi, dimostrare agilità e permettere nuove modalità di lavoro, promuovendo così l'efficacia a scapito dei pregiudizi.

È questo il nostro impegno quotidiano." Leif Agnéus - CEO - Manpower Svizzera

 

Logo Ethispere

 

ManpowerGroup è l’unica azienda di collocamento ad essere stata inserita nella classifica 2019 dell’Istituto Ethisphere, una nomina ottenuta per il 8° anno consecutivo. L’Istituto Ethisphere, think tank americano indipendente, stila un elenco delle imprese più etiche sulla base di un’analisi che considera le migliori prassi in termini di etica, reputazione, responsabilità sociale e interazioni con il marchio, in linea con le aspettative dei propri clienti e fornitori esterni. 

Maggiori informazione: Classifica «Most Ethical Companies 2019»

 

 

Con le prove di colloquio gratuite Pro Juventute vuole sostenere concretamente gli studenti dando loro utili consigli per acquisire maggiore fiducia per il superamento della fase di transizione tra la scuola e il mondo del lavoro.

Le prove di colloquio vengono fatte grazie a volontari che sono per lo più professionisti attivi nel mondo del lavoro che hanno esperienza nei processi di assunzione. Con ogni allievo viene simulato un colloquio di lavoro; dopo di esso il giovane riceve un parere complessivo anche sul dossier di candidatura.

Il passaggio dalla scuola dell'obbligo al mondo del lavoro mette in difficoltà molti giovani. Il sostegno di Manpower consente a Pro Juventute di svolgere gratuitamente le prove di colloquio in numerose scuole in tutta la Svizzera.

 

 



ManpowerGroup è stato premiato con il Gold Recognition Level EcoVadis - il più alto rating di Corporate Social Responsibility (CSR) disponibile - per l'impiego etico e responsabile e le pratiche aziendali, l'approvvigionamento sostenibile e la gestione ambientale.

Il punteggio medio tra le aziende valutate da EcoVadis è di 42,4 - ManpowerGroup U.S.A. ha ottenuto un punteggio ben al di sopra della media di 64 punti. Ci sono ora 12 paesi di ManpowerGroup in tutto il mondo per ottenere i rating EcoVadis Gold e Silver.

Per certificare le prestazioni CSR, EcoVadis, leader mondiale nella valutazione della sostenibilità dei fornitori, adotta un approccio basato sull'evidenza, utilizzando 21 indicatori allineati agli standard internazionali, tra cui i Principi del Global Compact delle Nazioni Unite, le convenzioni dell'Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO), gli standard della Global Reporting Initiative, lo standard ISO 26000, la Roadmap del CERES e i Principi guida delle Nazioni Unite su imprese e diritti umani.

Manpower Svizzera, insieme ai suoi clienti, favorisce l’occupazione degli assicurati AI

Peter Unternährer, Direttore regionale Berna, Membro della Direzione Generale e Responsabile del progetto, Manpower
"Insieme ai nostri clienti possiamo trasformare questo principio in realtà e dare un meraviglioso contributo per una parte dei nostri prossimi portatori di handicap. Prerequisito essenziale è la fiducia tra Manpower, i nostri clienti e i candidati in cerca di lavoro. Solo così si possono realizzare i veri successi."

Dall’inizio del 2013 Manpower è partner del progetto pilota «Fornitura di personale a prestito» dell’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS), che si prefigge di favorire il collocamento delle persone che ricevono l’Assicurazione di invalidità (AI).

Il candidato assicurato AI ha l’opportunità di dimostrare le sue capacità e motivazioni e acquisire un’ulteriore esperienza professionale e referenze, in previsione di un contratto a tempo indeterminato.

L’impresa assume i beneficiari di Assicurazione invalidità (AI) in prova per un periodo prolungato, senza alcun vincolo verso gli assicurati. Manpower si assume tutti i rischi tipici del datore di lavoro, mentre l’Assicurazione invalidità (AI) prende in carico tutte le spese amministrative e gli onorari di collocamento in caso di futura assunzione a tempo indeterminato. La fornitura di personale a prestito prevede tre possibili forme:

«payrolling»: noi assumiamo l’assicurato con contratto a tempo indeterminato e l’impresa prende a prestito i suoi servizi di consulente;

"reclutamento fisso": l’impresa ci incarica di sottoporle candidature di assicurati per un’assunzione a tempo indeterminato presso la stessa. 
 

Numerose aziende hanno approfittato del progetto pilota «fornitura di personale a prestito» dell’UFAS e si dicono molto soddisfatte dei loro collaboratori capaci e motivati.

Desiderate assumere in prova una persona assicurata AI tramite Manpower senza incorrere in rischi o spese supplementari legati a un’assunzione tradizionale? Contattateci!
 

Yes - we do! L’Ufficio federale della migrazione (UFM) si assume la propria responsabilità sociale e promuove l’integrazione delle persone con disabilità. In questo contesto l’UFM ha aderito al progetto «Fornitura di personale a prestito» avviato dall’Ufficio federale delle assicurazioni sociali (UFAS), il cui obiettivo consiste nell’offrire una prospettiva ai beneficiari di AI. L’azienda Manpower partecipa a questo progetto e si adopera per la concretizzazione del principio «priorità dell’integrazione sulla rendita». Lo scorso anno l’Ufficio federale della migrazione ha avviato la sua prima procedura di selezione mirata tramite Manpower e, dopo aver svolto diversi colloqui di presentazione, ha scelto Mustafa. Questa assunzione è stata resa possibile anche grazie al sostegno della Segreteria generale DFGP e della Consulenza sociale del personale dell’Amministrazione federale (CSPers). Le esperienze finora maturate con Mustafa sono assolutamente positive e siamo felici che si sia integrato nel suo nuovo ambiente di lavoro e all’interno del suo team così rapidamente. L’Ufficio federale della migrazione continuerà a impegnarsi a favore dell’integrazione nel mondo del lavoro di persone con disabilità." Carmine Andreotti, Responsabile Stato maggiore di direzione, Ufficio federale della migrazione (UFM)

Mustafa Muhammadamin, collaboratore temporaneo presso l’Ufficio federale della migrazione (UFM)
"La flessibilità, l’apertura e la tolleranza del mio datore di lavoro hanno reso possibile la mia assunzione."